/ Lamapop

Le 10 canzoni che hanno segnato la carriera di Britney Spears

Non dite che non le avete mai ascoltate.

Nata nel 1981 in Mississipi (USA), amata e odiata, ha indubbiamente segnato la scena pop degli ultimi vent’anni. E’ stata la prima ad ottenere una certificazione VEVO per un video girato negli anni '90 con il singolo …Baby one more time e prima anche ad avere 3 certificazioni VEVO per 3 decadi differenti: oltre a …Baby One more time, negli anni 2000 ottenne il riconoscimento per Womanizer, Toxic, Gimme More, Circus, Oops!...I did it again e Piece of me, e dal 2010 per I wanna go, Hold it against me, Till the World ends, Work Bitch e Pretty Girls.

I suoi alti e bassi nella vita pubblica e privata hanno inevitabilmente influenzato la sua carriera, qui cerchiamo di raccogliere le tappe principali:

1. ...Baby One More Time (1998)


Uno dei look più famosi, se non il più famoso, di sempre: divisa da scolaretta, codini con elastici giganti e calzettoni. Sono gli anni della ragazza della porta accanto, della Britney che faceva tour promozionali nei centri commerciali, è proprio con questa canzone che la diciassettenne conosce il successo internazionale. La coreografia nei corridoi della scuola rimarrà un’icona degli anni ’90.

2. Oops!...I did it again (2000)


Con l’inizio del nuovo millennio, Britney sveste i panni della studentessa optando per un'audace tutina rossa in PVC.

Con l’omonimo album (lo stesso di Stronger, Lucky e Don’t let me be the last to know scritta anche dalla cantante Shania Twain e registrata in casa di quest’ultima), la Spears viene eletta dalla stampa come erede di Madonna.

3. I'm a Slave 4 U (2001)


Inizialmente scritta per Janet Jackson, questa canzone segna il passaggio dalla ragazzina acqua e sapone alla donna più matura e provocante.

Durante l'esibizione agli MTV Video Music Awards, Britney portò con sé sul palco una tigre e un pitone albino, attirando le critiche della PETA che la accusò di maltrattamento e sfruttamento di animali.

Recentemente la cantante ha dichiarato che di essersi pentita dell'esibizione e che non lo rifarebbe mai, inoltre ci ha assicurato che il famoso pitone è ancora vivo e in salute (evviva!).

4. I'm Not a Girl, Not Yet a Woman (2002)


Con questo video Britney Spears promuove il suo primo film "Crossroads - le strade della vita" dove interpreta Lucy, una studentessa appena maggiorenne che si interroga sul proprio futuro, accompagnata dalle amiche Kit e Mini.

Il film, scritto da Shonda Rhimes (famosa per ben altre produzioni), fu stroncato dalla critica, ma l'interpretazione di Britney le valse comunque il premio come miglior attrice ai Teen Choice Awards.

5. Like a Virgin ft. Madonna e Christina Aguilera (2003)


L'esibizione del famoso bacio dove Madonna sembrava confermare le voci che eleggevano Britney come sua erede.

Pur essendo vestita da candida sposa, Britney si spogliò definitivamente dell'immagine da santarellina che le era stata accollata...ma sarebbe riuscita a reggere la pressione?

6. Toxic (2004)


Scartato da Kylie Minogue, questo singolo permise a Britney Spears di vincere il Grammy per "Best Dance Recording" e venne nominato dal Telegraph come video più sexy.

In 3 minuti e mezzo vediamo le versioni più hot della cantante: da bionda hostess a rossa motociclista, passando per una tuta nude tempestata di diamanti, Britney è sempre più provocante.

Nel 2004 Britney si sposò con un amico a Las Vegas e annullò il matrimonio 55 ore dopo. Il mese seguente, annunciò il fidanzamento con Kevin Federline (che aveva appena lasciato la compagna incinta del loro secondo figlio) e insieme registrarono il reality show "Britney and Kevin: Chaotic".

Recentemente, Madonna ha intonato alcune note di questa canzone sul suo profilo Instagram in occasione della Giornata Mondiale contro l'AIDS - 1° Dicembre, approfittandone anche per fare gli auguri di buon compleanno a Britney (che è nata il 2 Dicembre).

7. Gimme More (2007)


Sono gli anni della crisi, della (purtroppo) famosa testa rasata e dell'abuso di sostanze stupefacenti. Nel 2006 la cantante chiese il divorzio e iniziò un percorso travagliato tra cliniche di riabilitazione e tribunali per la custodia dei due figli.

Con questa canzone Britney torna sul palco e accusa i mass media di un eccessivo accanimento nei suoi confronti, ma i commenti alla sua esibizione durante gli MTV Music Awards del 2007 sono impietosi: totale mancanza di sincronia con il playback ed evidente difficoltà nel ballo, il giornalista David Willis (BBC) la definisce come "una delle peggiori esibizioni di MTV".

Nel Gennaio 2008 perde il controllo dei suoi beni (affidati al padre e ad un procuratore) e viene sottoposta ad un Trattamento Sanitario obbligatorio.

8. Womanizer (2008)


Pubblicato a fine anno con l'album "Circus", è salito in vetta alla classifica Billboard replicando il successo di "...Baby One More Time" ed è il singolo di Britney Spears più venduto.

Nello stesso album troviamo la canzone "If You Seek Amy" che ha generato scalpore negli USA per il gioco di parole del titolo: If You Seek Amy suona proprio come lo spelling di "F.U.C.K. ME".

9. Scream and Shout (2012)


Il periodo buio di Britney si può dire concluso: i suoi ultimi due album, Circus e Femme Fatale, sono stati accolti positivamente dalla critica e hanno raggiunto il successo mondiale. Nella vita privata, Britney ha riottenuto l'uso dei propri beni e l'affidamento congiunto dei figli.

In questa collaborazione con Will.I.Am (Black Eyed Peas) rivediamo una Britney in forma, impegnata nel suo lavoro e che dimostra di avere ancora ottime carte da giocarsi: It's Britney, bitch.

10. Work B**ch (2013)


Già alla fine del 2012 Britney Spears inizia a lavorare su un nuovo album: assume un nuovo vocal coach, un nuovo coreografo e Will.I.Am. come produttore esecutivo.
Le bastano poche ore per raggiungere la prima posizione nella classifica iTunes in quasi tutto il mondo (negli USA rimane seconda dietro a Wrecking Ball di Miley Cyrus).

Secondo voi quali altre canzoni di Britney Spears hanno segnato la sua carriera? Possiamo ancora considerarla la regina del Pop?

Denise Gandolfi

Denise Gandolfi

Vivo un’eterna lotta tra la pigrizia e la mania per l’ordine. Perdo treni, scatto selfie, polemizzo sempre. Amo i tramonti e i programmi trash.

Leggi Altri