/ Lamantino

I 9 tipi di gatto che hai incontrato nella tua vita

Vediamo in quale categoria rientra il tuo gatto.

1. Quello che miagola. Sempre.


cat-2734999_1280 Photo by fapro1 / pixabay

Miao. Meo. Ma. Me. Prr. Preo. Trr. Insomma, chi ha un gatto lo sa bene, il classico 'miao' non rende l'idea. Ci sono un sacco di suoni che i nostri sacchi di pelo producono: varie scale, gorgheggi, urla, strilli, trilli, miao arroganti e via dicendo.

Certi gatti miagolano quando giocano, altri quando hanno fame, quando sono arrabbiati, quando sono curiosi, quando vogliono la tua attenzione e gliela-devi-dare-ora-stupido-umano-guardami. Altri lo fanno per il semplice gusto di irritarvi. E non c'è niente di più irritante di un gatto che si sta impegnando.

2. Quello che piscia. Ovunque.


macro-2573557_1280 Photo by 6072518 / Pixabay

Lo sentite? È l'odore di piscio di gatto, profumo unico e irripetibile. Tu non sai dov'è stato compiuto il misfatto ma sei per certo che non è nella lettiera. Ti aggiri dunque per casa odorando aria e tappeti, divani e cuscini pregando non sia successo sul tuo letto - il tutto mentre il tuo gatto ti sta osservando quasi con aria di sfida. Hai visto? Posso distruggerti anche quando non ci sei.

Chi ha più di un gatto avrà notato che spesso è l'altro felino a farti individuare il punto X, cercando di scavarci attorno per coprire l'odore, disgustato.

3. Quello che vuole costanti attenzioni


cat-697113_1280 Photo by Schmid-Reportagen / Pixabay

È quello che ti vuole morto perchè si struscia sulle tue gambe mentre stai facendo cose - tipo friggere - e per cercare di non pestare il tuo amato assassino a quattro zampe quasi non ti friggi la faccia.

È quello che non appena ti siedi ti corre in braccio e fa il pane sul tuo corpo, ma non in maniera dolce e affettuosa, ma con le unghie e forte.

È l'adorato gatto che quando torni a casa dal lavoro e accendi il computer ti si piazza davanti allo schermo o che quando leggi un libro si mette tra te e la carta e si rotola sulle pagine.

È quello che miagola sempre, soprattutto quando stai cercando di dormire.

Insomma, è un po' il gatto di tutti.

4. Quello antipatico


5229212891_8eda3fec74_b Photo by Rebecca Paris / Flickr

"Vieni qua micio" e il gatto va esattamente dall'altra parte perchè sono un gatto e sono antipatico, guardami il culo. Più lo vuoi più fa il refioso perchè lo sa. Oh, come lo sa.

È il gatto che fa tutto il flirtone e poi non appena ti avvicini cadi nella sua trappola e zac, ti graffia.

È quello che ti butta giù ogni singolo soprammobile che hai in casa. Se riesce a romperlo, meglio, è ancora più soddisfatto - il sadico.

Statuine della Swarovski? Giù! Tanto fanno troppo 1998.

5. Il gatto massaia


cat-2848783_1280 Photo by Kapa65 / Pixabay

Il gatto che pulisce sempre. Quello che passa ore nella lettiera a scavare neanche fosse uno speleologo. Mette le cacche in riga, si vede.

Quello che pulisce il cane, gli altri gatti, che controlla la loro igiene - non ne è mai soddisfatto e dunque procede con la sua routine da maniaco della pulizia.

Inoltre ti giudica. Tanto, anche.

6. Quello invisibile


cat-2100634_1280 Photo by arno / Pixabay

Il gatto invisibile è quello che scopri hanno i tuoi amici quando ti dicono che è morto. Non sapevi neanche l'avessero. Quello che vive sul soppalco quando hai ospiti. Quello che ti scruta da lontano e se lo noti si appiattisce sul pavimento.

7. Quello che ha sempre fame


snack-2406506_1280 Photo by Kandres / Pixabay

Ci sono due tipi di gatto molto distinti quando si tratta di fame: quelli che urlano con tutto il fiato che hanno in gola e quelli che invece si fingono già morti, emettendo un flebile miao o addirittura neppure un suono.

I primi sarebbero pronti a ballare il tip tap pur di avere da mangiare, si disperano in maniera rumorosa, la mia ciotola è vuota, sono arrabbiati con te quasi. Ti guardano chiedendosi come hai osato lasciare che questo accadesse, proprio a loro.

I secondi si accasciano vicino alle ciotole. Non mangiano da tre minuti ma le crocchette sono finite e dunque loro hanno un calo di zuccheri ed è tutta colpa tua, guarda, sono morto. Miagolano appena, non riescono, sono cosí deboli, aprono solo leggermente la bocca. Loro puntano sui sensi di colpa.

8. Il gatto-disastro


3628849_183e3ae090_b Photo by Ross M Karchner / Flickr

È quello del quale ti parlano tutti quando dicono 'sicuro di voler prendere un gatto? Ho sentito che in casa fanno tanti danni' e tu rispondi con fare irritato 'ma non tutti i gatti fanno cosí, è uno stereotipo!'. Oh, beata innocenza.

È esattamente quel tipo di gatto che ora sta distruggendo la tua tappezzeria arrampicandocisi come un primate, che si fa le unghie sul tuo divano (ikea, vabbè, ma comunque l'hai pagato), che tira fuori la terra da ogni vaso cercando chissà cosa, cosa può cercare un gatto in un vaso. Solo danni.

Lo stesso che distrugge ogni spirito natalizio giustiziando i personaggi del presepe e spelacchiando l'albero di natale. Proprio lui.

9. Il gatto amato


cat-1779781_1280 Photo by GidonPico / Pixabay

Non importa se il vostro gatto rientra in una di queste categorie: lo amate. Solo chi ha un gatto può capire. Anche se, dite la verità, nessuno ha 'solo un gatto': sono come i pop corn, uno tira l'altro.

Non sappiamo perchè li amiamo cosí tanto, se il cane facesse le stesse cose che fa il gatto non lo troveremmo cosí adorabile. Forse perchè i gatti non sono altro che spietate macchine assassine costrette a pesare solo qualche kg e non fanno paura a nessuno (tranne ai topi) e possiamo sbaciucchiarli quando vogliamo. Si credono er mejo ma ci credono solo loro, sono quasi una parodia di loro stessi.

Eppure bastano due fusa ed eccoci pronti a perdonare loro ogni cosa (incluso l'aver buttato giù l'urna delle ceneri di tua nonna) e non potremo mai immaginarci la nostra vita senza le loro (dis)avventure.

Rebecca P Senior

Rebecca P Senior

Intellettualoide, passo la vita a domandarmi 'perché'. Spesso ho gli occhi dietro ad una macchina fotografica o la testa tra i libri. Mi lamento spesso. Scrivo sempre. Suono.

Leggi Altri