/ Lamadotto

8 stereotipi sui Vichinghi

Crudeli, enormi e arrabbiati. O no?

1. I Vichinghi erano un popolo


vikingo Photo by SkyPix / Vimeo

In norreno (la lingua dei Norreni, latinizzato come 'Normanni' ) 'vichingo' era sia un verbo (assalire) sia un sostantivo (irruzione). I vichinghi erano ragazzi giovani nel loro 'anno sabbatico' in cerca di avventure e ricchezze con il fine di accasarsi. Gli adulti vichinghi erano considerati elementi di disturbo, anti-sociali che non si erano mai sistemati. Quindi non erano un popolo, bensí i giovani delle popolazioni norrene scandinave, poi insediate in diverse parti dell'Europa.

2. Erano selvaggi


1024px-Flotte_normande Photo by Unknown / Wikicommons

Nella storia, la parola 'selvaggi' veniva (e tutt'ora è) usata per screditare popolazioni nemiche. I codici di legge norrene erano complesse e avanzate e il motto con la legge questa terra verrà costruita è presente in molti testi dell'epoca (è ancora oggi lo slogan della polizia islandese!). Inoltre, gli archeologi hanno trovato innumerevoli oggetti per la cura dell'igene personale.

3. Alti e biondi


395519184_6c6d8258a2_b Photo by Rigel / Flickr

Il tipo di dieta disponibile all'epoca non era cosí ricco e variegato da permettere uno sviluppo eccessivo e dunque, non erano cosí alti. I capelli biondi erano cosiderati l'ideale di bellezza e infatti, sia donne che uomini, utilizzavano un sapone a base di soda caustica per schiarirli. Ricerche genetiche dimostrano che i Norreni resiedenti dell'attuale Danimarca erano per la maggior parte rossi di capelli.

4. Erano l'unica popolazione Scandinava


9964732875_40d91762e5_b Photo by Swedish National Heritage Board / Flickr

No. I Sámi vivevano ancora piú a nord dei Norreni e ad oggi sono l'unica popolazione scandinava indigena riconosciuta e protetta da convenzioni internazionali. Ai tempi dei Vichinghi i Norreni e i Sámi erano in contatto sia economico che culturale. I Norreni però, hanno sempre guardato con sospetto quelle popolazioni nordiche e si diceva avessero poteri magici.

5. Sanguinari


viking-solder-1462265260wZ0 Photo by George Hodan / Public Domain Pictures

Bere dai teschi dei nemici, praticare il rito dell'aquila di sangue.. tutte falsità. Seppur vero che di certo i raid vichinghi non erano pacifici è anche vero che paragonati ai loro contemporanei non erano più sanguinari di molti altri. Anzi. La loro fama di conquistatori senza pietà era loro molto utile: spesso, anziché combatterli, le popolazioni invase scappavano via, lasciando i vichinghi depredare in pace.

6. Indossavano elmi con le corna


Viking_Arms_and_Armor_-9302360544- Photo by Helgi Halldórsson / Wikicommons

La prima rappresentazione di un Vichingo con elmo cornuto appare nel 1876 - e dunque non dell'epoca. Questo mito è stato popolarizzato da Wagner con L'anello del Nibelungo (1848-74) quando il costumista, Carl Emil Doepler, decise di aggiungere drammaticità ai personaggi arricchendone gli elmi. Sono veramente pochi quelli che sono sopravvisuti fino ai nostri giorni: semplici e senza nessun accessorio verticale.

7. Bruciavano i morti sulle barche


1024px-Oseberg_ship_-_IMG_9153 Photo by Daderot / Wikicommons

Non sembrerebbe. I norreni avevano due tipi di usanze funebri: la cremazione e la tumolazione. La cremazione, molto utilizzata in tempi pre-cristiani, avveniva su pire: le ceneri poi venivano sparse. L'unica testimonianza di un funerale in barca è la nave di Oseberg che però non venne messa in mare ma sepolta. Risulta fosse un'usanza riservata a persone di alto rango, come si evince dal ricco corredo funerario. È considerato il reperto meglio conservato dell'epoca vichinga.

8. Scrivevano in rune


36931129653_924206fa2d_b Photo by eddiecoyote / Flickr

Non sempre. Le utilizzavano per piccole iscrizioni: firme, messaggi d'amore, epitaffi e.. graffiti. Vi decoravano tombe, oggetti quotidiani e gioielli. I vichinghi poi adottarono il latino per i loro documenti ufficiali.

Rebecca P Senior

Rebecca P Senior

Intellettualoide, passo la vita a domandarmi 'perché'. Spesso ho gli occhi dietro ad una macchina fotografica o la testa tra i libri. Mi lamento spesso. Scrivo sempre. Suono.

Leggi Altri