/ Lamatrip

8 posti da visitare in Colombia

La Colombia è una delle 17 terre megadiverse: è il secondo paese con il livello di biodiversità più alto (dopo il Brasile) e il primo come varietà di specie per metro quadrato; è un grande esportatore di caffè, frutta, legname, petrolio, smeraldi.

Non è solo plata o plomo: è un paese che riunisce foresta amazzonica, isole caraibiche, cordigliera delle Ande e deserti.

1. Sierra Nevada de Santa Marta


Sierra_Nevada_de_Santa_Marta_desde_el_espacio Photo by Nasa

E' un gruppo montuoso di circa 17.000 km quadrati (si, quasi quanto il Veneto!) e tra i massicci più alti del mondo è quello più vicino al mare. Situato nel nord della Colombia, i suoi picchi più alti raggiungono i 5700 metri ed offrono un panorama mozzafiato. Tra tapiri, pappagalli e anche qualche giaguaro, la Sierra Nevada de Santa Marta è il posto perfetto per un'escursione in mezzo ad una natura ancora selvaggia: cascate, piscine naturali e fiori esotici l'hanno resa Patrimonio dell'Umanità UNESCO nel 1979.

Attenzione! Tra queste montagne vivono ancora quattro popoli discendenti dai Tayrona: Arhuaco, Kogui, Wiva e Kankuamo. E' possibile incontrarli lungo i percorsi, ma sono avversi alle visite dei turisti soprattutto nei loro villaggi.
Rispettate i loro spazi e la loro cultura!

2. Cartagena e las Islas del Rosario


Plaza@Cartagena Photo by Bernd Lutz / Wikicommons

Guardando le spiagge circondate da grattacieli si avrà l'impressione di essere a Miami, ma basta addentrarsi nel centro storico della città per ritrovarsi immersi nel colore della cultura colombiana. Meta preferita dai pirati durante il XVI secolo, la corona spagnola fece costruire delle mura a protezione della città su cui è possibile camminare ancora oggi e che regalano tramonti indimenticabili sul Mar dei Caraibi.

Se siete amanti della vita notturna il moderno quartiere di Bocagrande è quello che fa per voi, ma fate attenzione ai prezzi: è stato costruito ad hoc per i turisti e gli ambienti sono particolarmente esclusivi.

Dalle coste di Cartagena, il Lama vi consiglia di salire a bordo di una lancia (o un più comodo e lento traghetto) e visitare Las Islas del Rosario: un piccolo arcipelago a 100km da Cartagena, da visitare in giornata, con possibilità di nuotare coi delfini. Sabbia bianca, mare cristallino, piatti tipici da mangiare direttamente in spiaggia...sarà facile adattarsi.
A proposito di mangiare, nonostante le modernizzazioni a Cartagena l'acqua è scarsa e per questo molti cibi sono cotti nell'acqua di cocco, soprattutto il riso!

3. Santuario di Las Lajas


1024px-Santuario_de_Las_Lajas-_Ipiales-_Colombia-_2015-07-21-_DD_21-23_HDR-Edit Photo Diego Delso / Wikicommons

No, non sono le miniere di Moria che avete visto nel "Signore degli Anelli"! Il Santuario di Las Lajas è una chiesa in stile neogotico, costruita nel sud della Colombia, in onore della Vergine del Rosario.

La prima cappella costruita in legno è stata sostituita da un vero capolavoro d'architettura: a 100m d'altezza sopra il Canyon, questa chiesa presenta numerose vetrate e mosaici in vetro che decorano le 3 navate alte quasi 30 metri!

La leggenda narra che nel 1754 Maria Mueces e sua figlia, sordomuta, colte da un'improvvisa tempesta si ripararono in una grotta nei pressi del canyon dove oggi sorge il santuario; qui, la bambina vide l'immagine della Madonna dipinta su una lastra di pietra (ancora oggi visibile) e indicandola parlò per la prima volta.

4. Salento e l'Eje Cafetero


A verdant landscape with trees and orchards on hills Photo by Julian Andres Carmona Serrato / Unsplash

La regione del caffè per eccellenza, situata all'interno della Colombia. Guardando queste immense distese di verde, di caffè e di platano è facile sentirsi piccoli piccoli davanti alla forza della natura.

Le Terme di Santa Rosa de Cabal sono il luogo ideale per rilassarsi, l'acqua fuoriesce naturalmente dal terreno a 40 C° e per rinfrescarsi c'è una bellissima cascata gelata.

Se invece preferite l'adrenalina, il Parque del Cafè offre diverse Montagne Russe e giochi tipici di un parco divertimenti con la particolarità di essere immersi in 96 ettari di coltivazioni di caffè!

Salento è il tipico pueblo colombiano: casette colorate, bar pronti ad offrire empanadas e cerveza Poker, negozietti tradizionali che vendono prodotti del luogo. Qua vicino si trova la Valle del Cocora dove è possibile ammirare le Palme di Cera, le più alte del mondo - più di 60 metri!

Purtroppo la zona è diventata meta di turisti europei e nordamericani in cerca di "sballo", causando non pochi problemi alle attività locali.

5. Isola di San Andrés


8304072347_50c1d9f29d_b Photo by Joao Carlos Medau / Flickr

Una piccola isola (26 km quadrati) nel "Mare dei 7 Colori" al largo del Nicaragua e per questo oggetto di contesa tra i due paesi. Effettivamente chi non vorrebbe avere questa perla tra le proprie regioni?

Baie, isolotti raggiungili a nuoto o addirittura a piedi, parchi dove le iguane girano libere: San Andrés è davvero un angolo di paradiso terrestre. Portate maschere e pinne, pesci e coralli vi aspettano!

Non sperate di fare un bagno di mezzanotte perchè dopo il tramonto numerose guardie vigilano la spiaggia per evitare spiacevoli incidenti: San Andrés è zona franca e l'alcool costa poco, molto poco, quindi per evitare sporcizia sulle spiagge e principi di annegamento le autorità hanno preso precauzioni.

6. Cattedrale di Sale - Zipaquirà


8665019855_c83415cc20_b Photo by Jimmy Baikovicius / Flickr

Zipaquirà è un comune a 40km di Bogotà, ad un'altitudine di quasi 3000 m s.l.m., famoso per le miniere di sale e per la sua Cattedrale. Proprio scendendo in una di queste miniere, si intraprende un percorso di gallerie e discese dove è possibile ammirare delle sculture di sale che rappresentano la Via Crucis, fino ad arrivare al centro della navata dove si trova una croce di 16 metri.

Chi dice di non aver mai toccato una parete o una scala senza essersi leccato le dita dopo, mente spudoratamente.

7. Deserto del Tatacoa


The_Tatacoa_Desert_-4925608480- Photo by Jorge Lascar / Wikicommons

Dalle Ande alle spiagge caraibiche, in Colombia non mancano neppure i deserti.

Il Deserto del Tatacoa è famoso per i resti fossili e per un importante osservatorio astronomico, totalmente isolato da contaminazioni luminose - ovviamente.

Arrivarci è più complicato che viverci, sarete costretti a prendere numerosi mezzi locali con orari di partenza a discrezione degli autisti, moto-taxi, cavalli e biciclette (e sì, le spine di cactus forano le gomme, il Lama lo sa bene).

8. Medellin



Photo by Joel Duncan / Unsplash

Un tempo considerata una delle città più pericolose a causa del narcotraffico, oggi è un importante centro industriale ed è stata nominata città più innovativa del mondo nel 2013.
Paragonabile alla nostra Milano, è una meta obbligata per le fashion-addicted vista la fiorente industria tessile della città.

Ma Medellin non è solo industria: è un centro caotico colorato da tutti i frutti tropicali venduti per strada, è la sede del festival dei fiori e un centro medico e di ricerca d'eccellenza.

Plaza Botero ospita 23 statue donate dall'omonimo artista alla sua città Natale. La più famosa è senza dubbio il Pajaro de la Paz (Uccello della pace), parzialmente distrutta in un attentato terroristico del 1995 che costò la vita ad una decina di persone. Botero stesso chiese di non rimuovere la statua danneggiata e lasciarla in memoria delle vittime, al suo fianco posò un'altra statua per simboleggiare la rinascita di Medellin.

Denise Gandolfi

Denise Gandolfi

Vivo un’eterna lotta tra la pigrizia e la mania per l’ordine. Perdo treni, scatto selfie, polemizzo sempre. Amo i tramonti e i programmi trash.

Leggi Altri