/ Lamarcord

7 cartoni giapponesi che hanno segnato la nostra infanzia - Parte I

Chi potrà mai dimenticare i personaggi giapponesi che hanno segnato l'infanzia di almeno due generazioni? Probabilmente tutti quelli nati dopo il duemila, e quindi eccoli qui in un lista per tener viva la memoria!

1. Galaxy Express 999


999 Photo by Unknown / NERDLog

Di cosa parlava questo cartone? Trasmesso in Italia a partire dal 1982, rimane per me, dopo più di dieci anni, ancora un mistero insolvibile. Con un po' di sforzo riesco a ricordare un maestoso treno che attraversa la galassia su cui viaggiano personaggi enigmatici e un po' strani, come il protagonista Tetsuro e la meravigliosa Maetel che insieme si dirigono verso una meta da sogno: Andromeda.

Alla ricerca di un futuro migliore, dovranno affrontare molte avventure e riflettere sul proprio viaggio e su cosa davvero stanno cercando. Lo stesso sentimento di allora risorge: ah! quanto sarebbe bello essere a bordo di quel treno tra le stelle.

2. Lady Oscar


oscar-1 Photo by TMS Entertainment / MiniTokyo

Protagonista di questo cartone animato è proprio lei: Oscar François de Jarjayes, comandante della guardia reale francese, cresciuta come un uomo perchè "Il buon padre voleva un maschietto". La serie arriva in Italia nel 1982 e ci parla di quella che è forse una delle prime combattenti donne dei cartoni animati. Un'eroina che non lascerà mai più la nostra immaginazione, Oscar fa strage di cuori tra uomini e donne e le sue vicende si svolgono negli anni subito precendenti alla storica Rivoluzione Francese. La fine è tragica, ma Lady Oscar vivrà per sempre nei nostri cuori.

3. Lamù, la ragazza dello spazio


lamu Photo by Unknown / cinéfila

Arrivata in Italia nel 1983 e trasmessa inizialmente solo su canali locali, Lamù, la ragazza dello spazio si concetra su Ataru, un ragazzo liceale. Egli viene, infatti, scelto per liberare la Terra da un'invasione aliena. La condizione è questa: se Ataru riuscirà a toccare le corna di Lamù, gli Oni - alieni invasori - lasceranno in pace il pianeta. Ciò che Ataru non si aspetta, tuttavia, è che Lamù si innamori di lui. Così cominceranno per il ragazzo mille e più peripezie per evitare l'aliena che, a causa di un fraintendimento, si riterrà ufficialmente moglie di Ataru. Lamù è sicuramente la scintilla di questa storia, è infatti grazie a lei che si svolgono molte delle vicende comiche ed è sempre lei che da vita alle buffe circostanze.

4. C'era una volta... Pollon


pollon Photo by Unknown / Movie for Kids

"Sulla cima dell'Olimpo c'è una magica città..." come dice anche la sigla, è proprio lì che si svolgono le vicende della giovanissima Pollon. Questa biondina piperita è la protagonista del cartone trasmesso in Italia a partire dal 1984. Si tratta dell'unica figlia di Apollo e il suo obiettivo, quello che inseguirà per l'intera durata della serie animata, è di diventare a tutti gli effetti una Dea Ufficiale.

Puntata dopo puntata, insieme all'alato dio dell'amore Eros, si districherà tra mille peripezie e tanti guai che ella stessa causerà, finchè i suoi sforzi saranno finalmente riconosciuti e ricompensati! Ma ne siamo certi?

Pollon ci divertiva ogni pomeriggio con la sua polverina che "sembra talco ma non è, serve a darti l'allegria!" e facevamo tutti il tifo per lei. Ah! Sarebbe bello poter condividere questo cartone animato con le generazioni di oggi.

5. Occhi di Gatto


occhi-di-gatto Photo by Unknown / BENTOBYTE

Questa serie animata, arrivata in Italia nel 1985, vede protagoniste Sheila, Kelly e Tati. Le tre sorelle si occupano insieme di un piccolo caffè con lo stesso nome della serie che è, però, soltanto una copertura per la loro vera occupazione: ladre di opere d'arte. Non opere d'arte qualunque, tuttavia, ma soltanto quelle che erano appartenute al loro scomparso padre e che gli erano state sottratte dai nazisti.

Le tre riescono a farla franca anche grazie all'aiuto involontario dell'ispettore Hisman che insegue la banda, inoltre è il fidanzato di Sheila che riuscirà più e più volte ad estorcergli informazioni riservate sulle indagini. Nonostante le tre siano tecnicamente delle criminali, la serie riesce a farle amare e a farti sperare che alla fine riescano nei loro intenti.

Una curiosità interessante è che il finale della serie animata è molto diverso da quello del fumetto che si concluse l'anno successivo rispetto all'anime. Si tratta, comunque, di un lieto fine, seppure in linea con la trama un po' ambigua e misteriosa di Occhi di Gatto e che riguarda principalmente Sheila. Ella scapperà negli USA per evitare l'arresto ma verrà inseguita dal suo fidanzato che ha scoperto la sua vera identità e intende consegnarla alla giustizia. Sheila fingerà una perdita di memoria e riuscirà a riprendere i rapporti con il suo amato come se nulla fosse successo. Di sicuro un colpo di scena inaspettato!

6. Holly e Benji, due fuoriclasse


holly-e-benji Photo by Unknown / UniversoEstendido

Una serie animata che in Italia ebbe molto successo fin dalla prima messa in onda nel 1986: la serie parla appunto di Holly e Benji e del loro sogno di vincere il campionato mondiale di calcio.

Inizialmente rivali, i due si ritroveranno poi a giocare come compagni di squadra per molti anni fino a doversi separare di nuovo e intraprendere ognuno la propria strada. A quel punto la serie si concentrerà su Holly e continuerà a seguire le sue avventure nel mondo del calcio. Di questo anime rimarranno per sempre nella memoria di tutti gli improbabili campi di calcio costruiti sui ripidi lati delle colline e dalla lunghezza a dir poco inverosimile.

Puntate e puntate passate incollati alla TV solo per scoprire se la palla calciata tre giorni prima sarebbe riuscita ad arrivare in porta. Spoiler alert: ci riusciva 9 volte su 10. Che dire? Se eri appassionato di calcio di sicuro ne hai visto ogni episodio e probabilmente lo ricordi come fosse ieri.

7. Mila e Shiro, due cuori nella pallavolo


mila Photo by Unknown / MoviePlayer

La campionessa Mila è arrivata per la prima volta sugli schermi italiani nel 1986. Nonostante il titolo italiano faccia pensare che la storia si concentri molto sulle vicende amorose di questa fenomenale atleta, in realtà la serie parlava soprattutto delle sue vicende nel mondo della pallavolo.

Dalla sua apparenza non si direbbe, ma Mila è una studentessa delle medie che si appassiona presto alla pallavolo e che mostra subito un talento innato per lo sport che diventerà un vero e proprio sogno di vita per lei. L'obiettivo di Mila è, infatti, riuscire ad entrare nella nazionale giapponese e partecipare - e vincere - ai mondiali di pallavolo.

Imbattibile nelle schiacciate, ma un po' scarsa come ricevitrice, Mila troverà l'amicizia della sua compagna di squadra: Nami. Con lei dovrà, tuttavia, condividere anche una cotta per il capitano della squadra maschile, Shiro. Non sempre vincitrice, Mila affronterà molte partite e dovrà fare i conti anche con un passato sconosciuto. Sport, amicizia, amore e mistero... Insomma, una serie che ne aveva davvero per tutti i gusti!



Ci sono ancora molti altri cartoni del passato di cui dobbiamo parlare, ma per il momento ricordiamo questi! E voi, quali non potevate assolutamente perdere? Fatemelo sapere nei commenti, e tenete gli occhi aperti per la seconda parte!