/ Lamadotto

6 stereotipi sui pirati

Arrrr..corpo di mille balene! O no?

1. Le mappe del tesoro


16491939584_5416a41768_b Photo by Steven Johnson / Flickr

Non sono mai esistite. Anzi, i pirati raramente sotterravano i loro tesori. Le cartine tratteggiate con la X sul tesoro sono un'invenzione di Robert Lowis Stevenson ne L'isola del Tesoro (1883).

2. Le camminate sull'asse


Photo by Samuel Zeller / Unsplash

Non era comune per i pirati giustiziare le persone in questo modo. Molto più facile buttarli a mare direttamente. L'asse è stata popolarizzata da J.M. Barrie con Peter Pan (1904) e (sorpresa!) da Stevenson.

3. Pirati e pappagalli


Photo by Ganapathy Kumar / Unsplash

Sono un duo inseparabile.. nella fantasia. I pappagalli erano solamente un bottino prezioso, molto richiesti sul mercato come animali da compagnia esotici. Long John Silver - protagonista de (udite udite) L'Isola del Tesoro - ne portava uno in spalla. Lo stesso Stevenson ammise di essersi ispirato al libro Robinson Crusoe (1719).

4. Il piratese


via GIPHY

Il piratese è stato creato a tavolino dalla Disney, nell'adattazione cinematografica de (ancora!) L'Isola del Tesoro nel 1950. Arrr e Shiver me timbers sono espressioni.. disneyane. I pirati erano di nazionalitá differenti dunque parlavano tantissime lingue e dialetti. Nello specifico, corpo di mille balene viene da Braccio di Ferro.

5. La benda sull'occhio


1024px-Pirate_costume_eyepatch Photo by Jef Poskanzer / Wikicommons

Non vi è alcuna testimonianza storica di questa usanza. L'unico pirata che indossò la benda fu Rahmah ibn Jabir Al Jalhami (1760-1826) considerato il pirata più di successo e tollerato della storia.

6. La gamba di legno


pirate-2657716_1280-1 Photo by Katinamyers / Pixabay

Non era cosí comune avere una gamba di legno: all'epoca spesso si moriva per un'amputazione e se si sopravviveva era la fine della vita in mare. Solo un pirata passò alla storia come 'Gamba di Legno' e fu François le Clerc (m.1563).

Rebecca P Senior

Rebecca P Senior

Intellettualoide, passo la vita a domandarmi 'perché'. Spesso ho gli occhi dietro ad una macchina fotografica o la testa tra i libri. Mi lamento spesso. Scrivo sempre. Suono.

Leggi Altri