/ Lamarcord

5 serie tv che rischiano la cancellazione nel 2018...

...ma che meritano una seconda possibilità!

In tv ci sono decisamente tantissime serie televisive, italiane e straniere, e se qualcuno volesse guardarle tutte ci vorrebbe una vita intera se non di più. Tuttavia, in questo mare di serie in onda (ha!) ce n'è qualcuna che nonostante l'indiscussa qualità non è riuscita a fare successo e che nel 2018 rischia di essere trasmessa per l'ultima volta.

Queste sono solo cinque di quelle serie TV che meriterebbero una seconda possibilità, piuttosto che finire nell'oblio.

1. Jane The Virgin


jtv Photo by Unknown / CWtv

Serie prodotta da CW e trasmessa in Italia da Netflix e Rai2, dalla struttura reminescente delle soap, parla di una simpaticissima ragazza aspirante scrittrice di origini sud-americane, di nome Jane, che viene per sbaglio inseminata con il bambino di qualcun altro. Già questo invoglierebbe chiunque a sintonizzarsi ogni settimana ma se non bastasse, nonostante si tratti di una serie tendenzialmente comica, affronta argomenti come l'aborto e la famiglia con splendido tatto, nonchè compassione e sagezza inaspettate.

Purtroppo, però, da quando in America la programmazione è stata spostata al venerdì, Jane The Virgin ha visto un declino negli indici di ascolto che ha reso reale il rischio di una prossima cancellazione.

Nondimeno, ve la consiglio vivamente, vi farà scompisciare con il suo arguto narratore onniscente e con situazioni sempre imprevedibili. E chissà, magari se riceve abbastanza attenzione CW potrebbe decidere di non cancellarla.

2. IZombie


izombie Photo by Unknown / CWtv

Di nuovo una serie cortesia di CW e trasmessa in Italia in chiaro su La5, non potrebbe essere più diversa da Jane The Virgin. Adattata parzialmente da un fumetto pubblicato da DC Comics sotto la sezione Vertigo, narra le vicende di Liv, una studentessa di medicina trasformata per sbaglio in zombie ad una festa che si ritrova a dover tenere nascosta la sua nuova identità: per farlo decide di diventare medico legale, riuscendò così a saziare il suo nuovo gusto per i cervelli con riservatezza. L'unico problema? A causa delle visioni che suddetti cervelli le provocano, si guadagna il titolo di veggente dal suo collega detective che le chiede aiuto per la risoluzione di crimini efferati.

Tra un segreto da tenere nascosto a tutti i costi e un caso nuovo ogni settimana, questa serie regala momenti di divertimento misti ad azione e mistero ereditati dall'opera originale. Questo connubio è la ricetta ideale per tenere chiunque attaccato allo schermo della TV in attesa del prossimo episodio.

Tuttavia, anche IZombie è a rischio a causa del declino degli ascolti nell'ultimo anno. Si può solo sperare che con un po' di attenzione internazionale CW riconsideri un'eventuale cancellazione e ci regali ancora qualche stagione di questa serie TV.

3. Elementary


ele Photo by Unknown / CBS

Una serie che è, per me, l'adattamento delle avventure di Sherlock Holmes per TV che meglio rende i personaggi di quest'opera senza tempo. Creata da CBS e trasmessa in Italia da Rai2 e Fox Crime, non c'è molto da dire riguardo la trama: dopotutto Sherlock Holmes è una delle opere più conosciute nella storia dell'umanità.

Ciò che contraddistingue questa serie TV è decisamente l'ambientazione - New York piuttosto che l'Inghilterra - ma conserva il protagonista inglese per eccellenza accompagnato, però, da un'altra novità. Ebbene sì, Watson è interpretata dalla fenomenale Lucy Liu e la serie vede in azione un cast ensemble che fa da cornice ad un approfondito studio dei personaggi innovativo e contemporaneo. Sherlock è reso in tutte le sue sfaccettature, con particolare attenzione e considerazione per la sua dipendenza da sostanze stupefancenti ed un'umanità ineguagliata in qualsiasi altra trasposizione.

Nonostante ci sia molto da lodare, la serie ha visto un decisivo declino negli ascolti a causa, principalmente, del fatto che nonostante ci sia una fortissima attenzione ai personaggi ne risente un po' la trama dei singoli episodi che possono sembrare a tratti ripetitivi o scontanti.

Personalmente la consiglio comunque tantissimo e mi auguro di poter continuare a guardarla ancora a lungo. Facciamo sentire forte e chiaro a CBS che Johnny Lee Miller nei panni di Sherlock ci piace.

4. The Exorcist


theex Photo by Unknown / FOX

La serie vuole essere allo stesso tempo una continuazione e una rivisitazione degli argomenti del classico film horror degli anni '70 ed è stata ideata dal network Fox dove viene trasmessa anche in Italia - su Sky -, oltre che su Rai4. La trama si concentra su due preti cattolici, Thomas e Marcus, che si ritrovano a dover combattere contro le forze del male nella città di Chicago.

La serie è stata acclamata da moltissime testate in quanto "molto anticipata e realizzata ferocemente bene". È la degna eredità del classico e riesce non soltanto nei suoi momenti horror ma anche su una trama coinvolgente e intrigante.

Per gli amanti di Sense8, vi stupirà ritrovare Alfonso Herrera, interprete di Hernando, ora nei panni di Padre Thomas che insieme a Ben Daniels (Padre Marcus) e altri membri del cast temporanei o meno, riesce a essere il volto di una serie decisamente da seguire!

Come per le altre serie TV di questa lista, anche The Exorcist con le sue sole due stagioni, non gode di indici di ascolto molto alti e con l'acquisto da parte della Disney di alcuni dei format Fox, si ritrova in grave pericolo di cancellazione.
La buona notizia è che se ciò dovesse accadere, il creatore della serie Jeremy Slater ha annunciato di voler tentare di continuare ad andare in onda grazie all'aiuto di un network diverso, probabilmente che fa affidamento su streaming online.

5. Brooklyn Nine-Nine


b99 Photo by Unknown / FOX

Ultima, ma non per importanza, Brooklyn Nine Nine è un'altra serie firmata Fox che in Italia non è ancora stata trasmessa in chiaro, ma che ha comunque trovato posto su Sky al canale Comedy Central, e su Netflix.

La storia di questa serie comica si concentra sui detective del 99esimo precinto di polizia di New York e si fa ambasciatore di una comicità innocua ma non per questo meno efficace. La trama è principalmente ad episodi, con un sottofondo continuativo nelle stagioni ma che fa affidamento soprattutto alle singole storie di ogni settimana.

Il protagonista indiscusso è sicuramente il divertentissimo Detective Jake Peralta che è però parte di un cast che a turno riesce a brillare in ogni singolo episodio, sia come supporto che come protagonista della propria storia. Non c'è un singolo personaggio inferiore agli altri.

Non si può dire molto sulla trama senza dare via troppi dettagli, ma si tratta di una serie TV che settimana dopo settimana riesce ad alleggerirti la giornata in soli venti minuti e che ti lascerà sicuramente di umore migliore di prima che la guardassi. I personaggi si fanno amare senza sforzo e ti ritroverai a metà della terza stagione a chiederti quando esattamente ti sei affezionato così tanto a loro. La risposta? Nel primo episodio.

Aneddoto personale, e forse non importante: questa serie mi era stata consigliata talmente tante volte prima di guardarla che ormai non ne potevo più e avevo deciso di provare a guardare il primo episodio solo per non sentirne più parlare. Che posso dire? E' stata una decisione eccellente! Fin da subito ho capito perchè tutti ne parlassero e non sono riuscita più a smettere di guardarla. Sono particolarmente affezionata a questa serie TV e spero che diffondere un po' la voce possa aiutare a contrastare gli indici di ascolto non proprio eccellenti e a convincere Fox a non eliminarla.



E voi quali serie TV seguite religiosamente? E quali altre vorreste non finissero mai? Fatemelo sapere nei commenti!

Immagine di copertina by Unknown / TheOdysseyOnline